di ritorno da Lampedusa


solo in quel momento, mentre ti si riempiono gli occhi e abbassi l’obiettivo per non fotografare, pensi che anche solo quel “clik” disturbi la quiete di quell’immensità che la mano dell’artista supremo ha saputo creare. 
Una grandezza che ti entra nei polmoni, nelle narici, sotto la pelle e ti viene da spalancare le braccia per farla tua, per non dimenticarla mai, per diventare anche tu aria, acqua e cielo, per essere roccia e sabbia, per trasformarti in gabbiano e baciare il sole, per mangiare la salsedine che vola in aria.
Com’è commovente la natura immensa del mondo, 
com’è fresco e in continuo mutamento il colore di Dio.

MACCHERONI AL FERRO, SAPORE DI MARE

ingredienti per la pasta: (dosi per due persone)

200g di farina tipo “00”
acqua q.b.

procedimento:

create
dei cilindretti di pasta di circa 5cm di lunghezza, seguendo la ricetta
degli strozzapreti, con un’unica accortezza: utilizzate un po’ più di
farina. A questo punto ungetevi il palmo delle mani con una goccia
d’olio d’oliva, ponete il ferretto sul cilindretto di pasta e, premendo,
fate ruotare il ferretto e la pasta su sè stessi, muovendo le mani
avanti e indietro sulla spianatoia.
Sfilate delicatamente la pasta dal ferretto e avete ottenuto una pasta lunga circa 13cm bucata all’interno.
Se non riuscite a procurarvi il ferretto apposito, potete sostituirlo con uno stecchino di legno per spiedini.
 
ingredienti per il condimento: (dosi per due persone)
 
un trancio di salmone da 200g
100g di olive nere di Lampedusa
20g di capperi di Lampedusa
2 spicchi d’aglio
un ciuffetto di finocchio selvatico ( solo le foglie)
1/4 di bicchiere di vino bianco secco per sfumare
olio extravergine d’oliva
sale 
pepe

 

procedimento:

fate imbiondire gli spicchi d’aglio in una casseruola con un fondo d’olio d’oliva (non siate parsimoniosi con l’olio). 
Private il pesce della pelle e della spina centrale, riducetelo a cubetti, salatelo, pepatelo e poi unitelo al soffritto insieme alle olive e ai capperi precedentemente dissalati. Sfumate con il vino bianco.
Mentre il condimento cuoce, buttate la pasta in abbondante acqua salata e, dopo pochissimi minuti, quando affiorerà in superficie, scolatela e conditela nella casseruola a fuoco basso con il sughetto, il finocchio selvatico tritato grossolanamente e qualche cucchiaio di acqua di cottura.

Follow:
Share:

60 Comments

  1. 20 giugno 2013 / 6:51

    Wooooow! Posso dire solo wooow? No perché di fronte a queste foto e a questa pasta non posso dire altro 🙂
    Un bacione

  2. 20 giugno 2013 / 7:21

    Ciao, grazie per avermi fatto rivivere la bellezza immensa di Lampedusa. Me ne sono innamorata all'istante e non l'ho più dimenticata è un paradiso sulla terra e da Siciliana lo dico ancora con più orgoglio!!!
    Sembrano davvero ottimi i tuoi maccheroni!
    buona giornata! 😀

    • 20 giugno 2013 / 7:49

      Si, è proprio uno spettacolo. Grazie della visita, buona giornata

  3. 20 giugno 2013 / 7:43

    Ma che belle foto di Lampedusa!!! sono anni che desidero andarci,che questo sia quello buono?
    Belli e buoni anche i maccheroni!!
    ti abbraccio tesoro bello!

    • 20 giugno 2013 / 7:50

      Ciao Ely, devi assolutamente andarci prima o poi. Un bacio grande, a presto

  4. 20 giugno 2013 / 8:21

    Mi sono persa nelle tue immagini. Panorami del genere ti aprono gli occhi e il cuore!!
    E i maccheroni? Fantastici!!

  5. 20 giugno 2013 / 8:35

    Cara sei stata nel Paradiso terrestre e il tuo piatto riassume in pieno la bellezza e i sapori dell' isola.Semplicemente meravigliosi.Baci

  6. 20 giugno 2013 / 8:38

    Mi sembra di perdermi in questi colori. E nei profumi della tua pasta. E corro con i pensieri e il cuore come se potessi materializzarmi là, in mezzo a tutto quel blu. Vorrei farne parte anche solo per un istante. Forse un giorno…

    • 20 giugno 2013 / 9:17

      Si Margot, ne vale davvero la pena…un giorno, poi mi dirai che spettacolo

  7. 20 giugno 2013 / 10:01

    Hai ragione sai…..un vero Eden! Altro che Caraibi!
    Un bacio Ele, bentornata!

  8. 20 giugno 2013 / 12:24

    Bentornata…che meravigliosi posti..pensare che non ci sono mai stata..mi hai fatto venire una voglia di partire…
    la zia Consu

    • 20 giugno 2013 / 14:36

      èèèè si, direi proprio che dovresti partire subito 🙂 Baci

  9. 20 giugno 2013 / 13:13

    Stavo giusto chiedendo…ma Eleonora bella??? ^_^ Eri andata a Lampedusa, un posto che porto nel cuore, l'isola dei conigli…e la sua spiaggia…mi viene da piangere se penso di aver fatto il bagno in quel mare stupendo!
    Complimenti anche per la ricettina tesoro…ma le foto mi hanno rapita!
    Un abbraccione!

    • 20 giugno 2013 / 14:38

      Ciao tesoro! Sta volta sono sparita senza dire niente, avevo bisogno di rigenerarmi il corpo e la mente…e devo dire che ce l'ho fatta, sono tornata ricaricata alla grande. Un abbraccio forte, a prestissimo

    • 20 giugno 2013 / 14:39

      a poca distanza da te? che fortuna!! Beh dai, anch'io non mi lamento, c'è di peggio che abitare a Rimini effettivamente…ma quel mare mi è rimasto nel cuore

  10. 20 giugno 2013 / 15:15

    santo cielo che botta al cuore…. immagini che non hanno bisogno di parole, bisogna viverli quei posti per capire, capire davvero come ti entrano "dentro"

  11. 20 giugno 2013 / 20:46

    Bhò cosa dire…le foto che sembrano "finte", la ricetta strepitosa…e le tue parole….
    un momento di felicità.
    Un abbraccio.

    • 21 giugno 2013 / 6:31

      Grazie Raffy, che carina. Buona giornata, a presto

  12. 21 giugno 2013 / 5:35

    ma che bella che deve essere, mi incuriosisce molto andarci e le foto rendono giustizia.ottima anche la ricetta da provare assolutamente!!

  13. 21 giugno 2013 / 7:14

    Ele da tanto che non passo a trovarti mi dispice sai… comunque entrata son rimasta di stucco adoro il mare questi scatti a dir poco favolosi… ti entrano davvero dentro vedo mare vedo azzurro sento pace…. questo ora sento…. lo adoro talmente tanto che faccio una capatina anche durante uil periodo invernale appena ho 5 minuti insomma mi piace vederlo agitato e spumoso….:)))) ….la ricetta mmmmmm sento il sapore del mare ora brava Ele a presto… Giovanna

    • 21 giugno 2013 / 9:36

      Ciao Giovanna, grazie della visita, mi fa molto piacere. Buona giornata

  14. 21 giugno 2013 / 10:35

    Ciao carissima ..bentornata!!
    Bellissimi scatti, per un mare meraviglioso in un posto stupendo..
    grazie di aver condiviso con noi , la tua vacanza ..e che dire della pasta al sapore di mare?
    Un bacio e buona giornata.
    Inco

  15. 21 giugno 2013 / 12:15

    oh mamma che posto meraviglioso!!!! sembra il paradiso…che bella la nostra Italia…un bacio!

  16. 21 giugno 2013 / 15:17

    A Lampedusa torno presto pure io…lasci che approdi a Palermo e poi vi racconterò!!!! 😀 EVVIVA la ricerca nella semplicità!

  17. 21 giugno 2013 / 17:06

    El sabor a mar es maravilloso esto es herencia de Dios el lugar es el Edén con aguas turquesa…saludos su post es para respirar aire puro.

    • 22 giugno 2013 / 7:13

      Gracias por su visita, me llena de alegría. Buen día, un beso

  18. 22 giugno 2013 / 7:29

    Questo piatto emana un forte sapore di mare! Complimenti e grazie per la tua visita!!

    Baci

    Letizia

  19. 22 giugno 2013 / 18:04

    Ma a quest'ora vuoi farmi davvero svenire?! Intanto sto coi tuoi lettori fissi, poi se vuoi tenermi da parte un pochino di questa pasta virtuale…te ne sarei grata e la prox volta, ti offro un bel bicchiere ghiacciato di karkadè (smpr virtuale) ;-D Buona cena. Annalisa

  20. 25 giugno 2013 / 6:38

    Ecco, per un mare così mi muoverei anch'io (ma non si può…)
    Mi imiterò a prendere nota della ricetta!
    Claudette

  21. 28 giugno 2013 / 9:02

    Ho attraversato Lampedusa in lungo e in (poco) largo per molti anni e commento solo dicendo che sì, sa proprio di mare. Di gente, sapori forti e mare. Un bacio carissima.

    Ubique Chic

  22. 28 giugno 2013 / 12:36

    Complimenti per la ricetta gustosissima e le splendide foto!!!! Bravissima!!! Un bacio e felice giornata

  23. 28 giugno 2013 / 12:59

    Ciao , piacere di conoscerti!!!! con queste foto di mare mi viene voglia di saltare nel computer!blog stupendo e foto meravigliose!! un abbraccio e a presto!

  24. 4 luglio 2013 / 15:49

    Ricetta deliziosa e foto splendide! Complimenti anche a te, a presto.

  25. 16 luglio 2013 / 20:25

    Io non amo il mare ed infatti è una vita che non faccio una vacanza al mare. Ma la tua introduzione al post e' pura poesia e potrei usare le tue parole per descrivere il mio amore sconfinato per la montagna e la natura in genere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *