acqua, luce, terra e fortuna

non vi ho ancora parlato del mio amore per le erbe aromatiche…
Bene, è giunto il momento di farlo, le incontreremo spesso nelle mie ricette. Hanno tante proprietà benefiche, ma io le utilizzo principalmente per il loro sapore, che dà senza dubbio, un tocco in più ai piatti.
Mia madre le tiene sul terrazzo da sempre, così anche la mia nonna materna e, le utilizzano sapientemente in larga misura. Quando vanno insieme in vacanza a Spello, in Umbria, paese d’origine dei miei nonni, ne vanno a raccogliere di fresche durante le loro passeggiate. 
Io mi limito a piantarne una decina di varietà ogni primavera e a tenerle in giardino. Le curo come dei bambini e le sposto fuori e dentro casa secondo le stagioni, cercando di farle sopravvivere il più a lungo possibile. Diciamo pure che, non sempre riesco a farle rimanere vive e vegete, ma è comunque una scusa per comprarne di nuove.
Essiccate o fresche, sono sempre preziose e, ognuna di esse, ha il suo alimento preferito con il quale andare a braccetto.
Per la ricetta di oggi ho scelto il drangoncello, tanto buono con il pesce e non solo.

SPAGHETTI BRIC BRAC

ingredienti: (per 2 persone)

200g di spaghetti
210g di tonno all’olio d’oliva sgocciolato (sarebbero 2 scatolette piccole)
40g di capperi sotto sale
4g di foglie di dragoncello
2 spicchi d’aglio
3 cucchiai di vino bianco secco
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
sale
pepe

“Il dragoncello perde un po’ del suo sapore essiccandolo, vi consiglio di utilizzarlo fresco, avrà un’aroma più intenso”

procedimento:

schiacciate l’aglio con il palmo della mano e privatelo della buccia. Sgocciolate il tonno e lavate i capperi in modo da eliminare il sale. Versate in una padella capiente un cucchiaio d’olio insieme all’aglio, al tonno, ai capperi e al vino bianco; salate e fate cuocere a fuoco basso per 5 minuti.
Mettete a bollire abbondante acqua salata dove butterete gli spaghetti scolandoli 4 minuti prima della cottura. Tenete da parte un po’ della loro acqua.
Terminate di cuocere la pasta saltandola in padella, insieme al sugo di tonno e capperi, versando qualche cucchiaio dell’acqua di cottura, in modo da non far seccare il tonno, ma di avere degli spaghetti ben impregnati dal condimento.
Mondate e tritate il dragoncello.
Impiattate gli spaghetti, completate il piatto con un filo d’olio a crudo, una macinata di pepe nero e una spolverata di dragoncello.

Follow:
Share:

3 Comments

  1. 30 Ottobre 2012 / 20:03

    Ciao carissima!!! FInalmente ti ho trovata!
    Inutile dire ad una grafica che il logo del suo blog è a dir poco favoloso ma te lo dico lo stesso perchè lo è veramente!!
    E questi spaghetti?? li preparo molto simili anche io quando necessito di un comfort food all'improvviso! ^_^ complimentissimi! mi aggrego al blog così non ti perdo di vista!

  2. 31 Ottobre 2012 / 7:20

    Ciao Benedetta, che sorpresa!Grazie, sei la benvenuta. A presto

  3. 10 Ottobre 2014 / 6:15

    Bellissima e buonissima ricetta! Complmentiii sei bravissima!
    ti abbraccio
    ciaoo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *