La pasta

la
tradizione per eccellenza, il cibo che più descrive l’Italia, gli
italiani e che più racconta me. Evoca calore, allegria e ricordi di una
bambina che nemmeno arrivava al tavolo eppure era già con le mani in
pasta.Ecco di cosa parlerà questo blog: di una passione che in me
esiste da sempre, di profumi dimenticati, di consistenze, di contrasti,
di armonie e di aromi mai provati prima.

Adoro sperimentare
sapori nuovi e, in natura, per il momento, non ho ancora trovato un
alimento che non mi piace; ogni cibo, a modo suo, mi conquista.

Sono
cresciuta saltellando da una cucina all’altra, respirando influenze
umbre, marchigiane, romagnole, francesi, dove era impossibile non
assorbire, dalle donne della mia famiglia, il grande amore per la
convivialità.

Io ci provo!…se volete unirvi a me in questo
viaggio siete i benvenuti e come prima meta, direi che la ricetta della
pasta fatta in casa è perfetta.

Pasta all’uovo

ingredienti (calcolate 1 uovo a persona):
 
1 uovo a temperatura ambiente per 100g di farina tipo “00”

procedimento:
 
versate
la farina a fontana su una spianatoia di legno. Sgusciate le uova
all’interno del cratere e sbattetele con una forchetta amalgamando poco a
poco la farina con l’altra mano. Quindi procedete impastando con le
mani, fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
Formate una palla e lasciatela riposare per 30 minuti sulla spianatoia coperta da un piatto fondo o da un canovaccio.
Trascorsi
i 30 minuti spolverate il tagliere con un po’ di farina e adagiatevi
sopra l’impasto, schiacciandolo con il palmo della mano; quindi
incominciate a premere il mattarello sulla pasta partendo dal centro
verso l’esterno e ruotando l’impasto ad ogni movimento.
Quando
inizierà a formarsi una sfoglia di un diametro grande come le vostre
mani aperte, arrotolate un po’ per volta il bordo in alto della pasta
sul mattarello e premetela su di esso con movimenti dal centro verso
l’esterno;
quindi ne arrotolerete un altro po’ e ripeterete gli stessi movimenti fino alla fine della vostra sfoglia.
A
questo punto girate il mattarello (con la pasta arrotolata), ponetelo
verticalmente rispetto alla spianatoia e fatelo rotolare velocemente sul
piano di lavoro, da destra verso sinistra; l’inizio della sfoglia si
staccherà
dal mattarello, fermatelo con le dita e srotolate la pasta.
Ripetete l’operazione partendo sempre dall’alto della sfoglia fino a farla risultare sottile, ma senza che si rompa.
Sollevandola si dovrebbe notarne l’omogeneità.

Se vi sembra un procedimento troppo impegnativo potete stendere la pasta utilizzando la macchina.

Ogni volta che vi darò le ricette, vi racconterò anche come tagliare la pasta nei diversi formati.


Follow:
Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *