sproloquio meteoroillogico

è arrivato il freddo e, nonostante io adori l’estate, non posso non ammettere che quest’aria statica e silenziosamente gelida, un po’ mi conquista.
Cammino, ascolto, tutto è fermo, il viso è freddo, ma attraverso i miei occhi ingordi, bevo la sensazione di calore che solo ad un mese dal Natale posso provare.
Mi sazio dei rami secchi degli alberi che implorano il cielo e dei raggi di sole schivi ed esausti. 
Solo un passo e sono dentro casa, solo un gesto per nascondere le mani nel cappotto, ma non so se voglio privarmi di questo inverno che è tanto freddo fuori quanto caldo dentro. Questo inverno grigio come il piombo e rosso come il fuoco di un camino, che se ne sta lì a farsi spiare dalle nostre finestre confortevoli con le spalle coperte e il cuore che sorride.

TAGLIATELLE GIALLE IN CREMA DI CARDI GOBBI E PECORINO SARDO

ingredienti per la pasta: (dosi per 3 persone) 

200g di farina tipo “00”
2 uova a temperatura ambiente

procedimento per la pasta:

impastate
e stendete la sfoglia (la ricetta la trovate sulla pagina “mani in pasta”), infarinatela leggermente e arrotolate le due estremità
opposte come se fosse una pergamena.
Arrivati al centro, sovrapponete una metà all’altra e tagliate delle fettine di circa 5/6 mm. 

Quando andrete a disfare le strisce di pasta, avrete le vostre tagliatelle.

ingredienti per il condimento: (dosi per 3 persone)

250g di cardi gobbi
150ml di latte intero
1 bustina di ZAFFERANO LEPROTTO in polvere
15g di pecorino sardo (preferibilmente misto pecora e capra)
15g di parmigiano
il succo di un limone
1 noce di burro
1 rametto di rosmarino
sale 
pepe

procedimento: 

pulite i cardi gobbi privandoli dei filamenti, tagliateli a pezzi e metteteli a bagno in acqua fredda e succo di limone per mezz’ora; quindi lessateli in acqua salata, fino a quando non si saranno inteneriti.
Fate sciogliere il burro in una padella, aggiungete i cardi gobbi e copriteli con il latte. Cuocete a fuoco basso fino all’assorbimento del latte (non completo), unite il parmigiano e il pecorino grattugiati, mescolate. Aggiustate di sale. Frullate in modo da ottenere una purea.
Cuocete le tagliatelle in abbondante acqua salata, dove avrete stemperato precedentemente lo zafferano leprotto
Mantecate la pasta con la crema di cardi gobbi e pecorino sardo, impiattate ed ultimate con una macinata di pepe nero e qualche foglia di rosmarino.

con questa ricetta partecipo al contest “A cena con gli chef” del blog 

   

 

Follow:
Share:

58 Comments

  1. 29 Novembre 2012 / 7:49

    Sensazionale la descrizione dell'inverno..
    Ottime le cremose tagliatelle!

  2. 29 Novembre 2012 / 9:07

    Bellissima la tua descrizione delle emozioni dell'inverno, e un vero capolavoro il tuo piatto! Brava, e in bocca al lupo!

  3. 29 Novembre 2012 / 9:42

    Dolcissima.. ho letto con vero piacere quello che hai scritto sul tempo. E' vero, anche io adoro l'estate.. ma certi profumi del vento sono qualcosa di unico, accattivante, pensoso.. Delle volte anche le cose spoglie fanno ricordare il bello della pienezza! Questo piattino è raffinato da morire e ti faccio gli auguri per il contest tesoro! 😀 Un abbraccio!!

    • 29 Novembre 2012 / 11:01

      Grazie per gli auguri, Ely, per me sono preziosi, come i tuoi pensieri che ogni volta non manchi mai di regalarmi. grazie. ti abbraccio forte

  4. 29 Novembre 2012 / 9:53

    Ciao Ele, il tuo post oggi è proprio meraviglioso! Condivido pienamente i tuoi pensieri e ti faccio tanti complimenti per questo piatto very original! Ti abbraccio Angela

    • 29 Novembre 2012 / 11:02

      Grazie cara Angela, sono felice se mi dici questo. Tanti baci

  5. 29 Novembre 2012 / 10:36

    mmm…cardo gobbo…questo sconosciuto…qua imparo sempre a scoprire gusti nuovi, slurp! Questa pasta mi garba parecchio……

    • 29 Novembre 2012 / 11:03

      Simo, ogni tanto tiro fuori dal cilindro queste cose, così hahaha per dei piccoli colpi di scena. Sei forte. Baci

  6. 29 Novembre 2012 / 10:49

    Carissima Eleonora ti ringrazio di essere passata dal nostro blog e, con l'occasione ho conosciuto il tuo. Complimenti prima di tutto per il blog e poi per questa golosissima ricetta, mi sono iscritta così non ti perdo di vista e continuo a sbirciare le altre ricettine. A prestoooo

    • 29 Novembre 2012 / 11:04

      Ciao Mariangela, grazie della visita. Mi sono unita anch'io a te, così ci curiosiamo a vicenda. ciao ciao

  7. 29 Novembre 2012 / 10:57

    Si ma tu sei… B R A V I S S I M A! Le tue intro sono piacevolissime…Senza parlare delle tagliatelli….Quel tocco di pecorino sardo poi…Buone!!!! 🙂 bacini

    • 29 Novembre 2012 / 11:05

      A si, quando l'ho comprato ti ho pensato troppo. grazie Lu. baci baci baci

  8. 29 Novembre 2012 / 11:09

    Ciao Eleonora…si ma dopo tutto, nonostante la tua perplessità, il tuo è un buonmangiare di inverno. Accorgersi di ciò che ci circonda e sentirsi gratificati non è da tutti. In bocca al lupo per il contest e se fosse una gara di pensieri , l'avresti già stracciati 🙂
    a presto
    bisous
    fulvia

    • 29 Novembre 2012 / 11:15

      Fulvia, dolce come sempre, tengo molto ai miei pensieri e sapere che sono apprezzati mi da una gioia immensa. grazie per "l'imbocca al lupo", me lo tengo stretto e spero che mi porti fortuna. un abbraccio

  9. 29 Novembre 2012 / 11:54

    Bellissimo il tuo incipit…e le tagliatelle sono deliziose…divine per meglio dire! Complimenti davvero!
    Un bacio e buona giornata invernale
    Paola

  10. 29 Novembre 2012 / 11:59

    …ma che bel post!! Adoro questa stagione, l'aria pungente è per me ritemprante!! Il tuo piatto mi lascia invece senza fiato, magnifico!!!
    Un abbraccio e a presto!!!!

    • 30 Novembre 2012 / 15:44

      Grazie tante, sono felice che ti piaccia. A presto cara

  11. 29 Novembre 2012 / 12:48

    Sono favolose le tue tagliatelle , complimenti cara. Buon pomeriggio Daniela.

    • 30 Novembre 2012 / 15:43

      Grazie Daniela, mi sono appena unita ai tuoi lettori 😉

  12. 29 Novembre 2012 / 15:03

    sul tempo è vero dire che non ci sono più le stagioni di un tempo e cmq è ancora pazzerello.per il piatto invece delicato e poi da piemontese e marito sardo ti dico che il piatto e il connubbio è perfetto!grazie!

    • 30 Novembre 2012 / 15:45

      Lucy, allora ho fatto proprio il mix per te, fantastico! grazie. un bacio

  13. 29 Novembre 2012 / 16:13

    L'inverno è la mia stagione, soprattutto da quando vivo in Olanda. Solo che io non saprei descriverlo con la tua stessa poesia. Poesia che si ritrova anche nelle tue tagliatelle, con quel cardo gobbo che, confesso, mai avevo sentito nominare.

    • 30 Novembre 2012 / 15:47

      Abiti in Olanda? Che bella, la ricordo con piacere per via di una vacanza che mi è piaciuta da morire. Grazie per il tuo pensiero. a presto

  14. 29 Novembre 2012 / 19:45

    Cara..
    Questo incipit e' poesia per le orecchie. Io adoro leggere tali "sproloqui". Ci fanno capire meglio la personalità della persona che si trova nella regia della cucina ..:) e così ti immagino molto piu di una foglia di basilico 😉
    Ho letto gli ingredienti e devo dire che e' un piatto favoloso (zafferano Wow!!). Mi piace molto anche la tua presentazione. Complimenti 🙂

  15. 30 Novembre 2012 / 19:20

    Che bello il tuo blog, mi piacciono un sacco le tue ricette e le foto sono fantastiche! Spero di imparare qualcosa dal tuo tocco magico!
    Buona serata!
    Mari

  16. 30 Novembre 2012 / 21:56

    ciao Eleonora, piacere di conoscerti con questa ricetta originale e di gran gusto, presentata magnificamente! Mi aggiungo ai tuoi lettori; ti aspetto a trovarmi… Un abbraccio!!!!!

  17. 30 Novembre 2012 / 22:47

    Buonissima devo proprio provarle. La presentazione e' meravigliosa.Brava

    • 1 Dicembre 2012 / 16:58

      Grazie Veronica, poi fammi sapere come sono 😉

  18. 1 Dicembre 2012 / 9:00

    Ciao Eleonora, arrivo a te grazie alla dolcissima Fulvia. Mi hanno colpito molto l'eleganza del tuo blog e questo piatto bellissimo, presentato anche molto bene. Che brava! Gli sproloqui sono il mio forte e il tuo mi è piaciuto :-)!! Sono felice di averti incontrata e mi unisco ai tuoi lettori! Buon fine settimana!

  19. 1 Dicembre 2012 / 20:49

    ma che splendore di piatto!amo i cardi e la ricetta che hai proposto è perfetta!

  20. 2 Dicembre 2012 / 8:19

    Ciao! 🙂
    Grazie di essere passata da me: piacere di conoscerti 😉
    Le tue tagliatelle sono davvero molto interessanti! ^_^
    A presto!

  21. 2 Dicembre 2012 / 8:50

    Ciao Eleonora, che bel piatto che hai cucinato e con quanta poesia hai descritto le emozioni invernali… è sempre bello leggere un "cappellino" per capire un pò chi c'è dall'altra parte dello schermo! Un bascio e complimenti!

    • 4 Dicembre 2012 / 14:14

      grazie Patty, sono felice che tu abbia capito qualcosa di me è spero che quel qualcosa ti sia piaciuto. a presto

  22. 2 Dicembre 2012 / 22:51

    Ciao Eleonora, arrivo qui grazie a Fulvia, di Patate e Novelle,…ti seguirò con gran piacere..sperando di conoscerti sempre meglio! Un caro saluto e buone ricette. Sara.

    • 4 Dicembre 2012 / 14:15

      ciao Sara, che piacere! Sei la benvenuta. Si si, seguiamoci, certo. a prestissimo

  23. 3 Dicembre 2012 / 13:34

    Brava Eleonora, ricetta che (da buona piemontese, amante dei cardi) sperimenterò al più presto! Un abbraccio dalla Gastronomade 😉

  24. 4 Dicembre 2012 / 17:47

    Ciao il tuo blog mi piace un sacco…mi sono appena aggiunta…se ti va passa a trovarmi:www.cookeryaddicted.blogspot.it

  25. 28 Dicembre 2012 / 8:27

    Ho visto il tuo blog perchè pure io partecipo al contest e stavo cercando qualche nuova ricettina….brava ma che belle immagini …ora mi aggiungo ai tuoi followers e se ti va ti aspetto per un giretto nel mio blog neonato
    http://www.ideenelgusto.com ciaoooo Lia

  26. 3 Gennaio 2013 / 14:27

    che bontà queste tagliatelle, sono capitata sul tuo blog grazie a "radici di Zenzero"!!!
    complimenti per il tuo blog se ti va passa a trovarmi

    • 3 Gennaio 2013 / 20:51

      Grazie Azzurra, certo che vengo a trovarti, arrivo subito 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *