di terre grandiose e sapori del sud

questo è il matrimonio tra due terre meravigliose ed affascinanti. Terre calde come le persone che le abitano e il sole che le inonda.
Raccontano di massaie che preparano magistralmente la pasta al ferretto, di piatti piccanti che accendono i sensi e di distese di uva scofinate.
E’ doveroso oggi, per me, parlarvi brevemente degli ingredienti che ho utilizzato. 
I maccheroni calabresi sono una pasta semplicissima, tipica della tradizione contadina, fatta con acqua e farina, lavorata mediante un’asticella di ferro a sezione quadrata; proprio per questo i maccheroni sono anche detti “pasta al ferretto”.
Ho avuto la fortuna una decina di anni fa, durante le mie numerose e piacevolissime vacanze sullo Ionio, di conoscere una signora d’oro che mi ha istruita a dovere su quest’arte antica. Sentirete che poesia questa pasta, all’interno é bucata, raccoglie il condimento, lo assorbe, lo imprigiona ed è perfetta per i sughi ricchi di pomodoro. 
L’habanero chocolate, invece, è un peperoncino piccantissimo, il più piccante. Il suo nome deriva da l’Avana, capitale di Cuba, dalla quale proviene, ma lo si può benissimo piantare in un vasetto e tenerlo con cura in giardino nei mesi caldi.
E infine il vino marsala, dolce e liquoroso, che dà quella nota in più; vedrete che al primo boccone chiuderete gli occhi e vi sembrerà di essere nella grandiosa Sicilia.

MACCHERONI CALABRESI CON HABANERO E MARSALA

ingredienti per la pasta: (dosi per 2 persone)

200g di farina tipo “00”
acqua q.b.
procedimento per la pasta:
create dei cilindretti di pasta di circa 5cm di lunghezza, seguendo esattamente la ricetta degli strozzapreti che trovate nella pagina “mani in pasta”. A questo punto ungetevi il palmo delle mani con una goccia d’olio d’oliva, ponete il ferretto sul cilindretto di pasta e, premendo, fate ruotare il ferretto e la pasta su sè stessi, muovendo le mani avanti e indietro sulla spianatoia.
Sfilate delicatamente la pasta dal ferretto e avete ottenuto un pasta lunga circa 13cm bucata all’interno.

Se non riuscite a procurarvi il ferretto apposito, potete anche sostituirlo con uno stecchino di legno per spiedini.

ingredienti per il sugo:

3 melanzane
un pezzo di habanero chocolate
4 cucchiai di passata di pomodoro
4 spicchi d’aglio
1 acciuga all’olio d’oliva
1 cucchiaio di vino marsala bianco
1 bicchiere d’acqua
4 foglie di basilico
sale

procedimento:

mondate e tagliate a pezzi le melanzane. Saltatele in padella con un fondo d’olio e l’aglio, l’habanero, l’acciuga interi; poi sfumate con un cucchiaio di marsala, lasciate evaporare e aggiungete la passata di pomodoro, il basilico, il sale e l’acqua.
Quando il sugo sarà denso, eliminate l’aglio e cuocete i maccheroni in abbondante acqua salata; saranno cotti quando verranno a galla, dopo circa un minuto.
Scolate i maccheroni e saltateli velocemente in padella insieme al condimento.   

Follow:
Share:

51 Comments

  1. 6 Dicembre 2012 / 10:05

    Purtroppo ho scoperto di recente un'allergia ai cibi piccanti ma per un piatto così potrei anche sopportare le conseguenze;) ne immagino il gusto e il profumo.. eccezionali;)buona giornata :*

    • 7 Dicembre 2012 / 14:07

      No Simo, mi sentirei troppo in colpa. Fa il sugo senza habanero, è buono lostesso 🙂

  2. 6 Dicembre 2012 / 10:13

    Davvero una combinazione originale e sicuramente azzeccata! Adoro i piatti piccanti! 😀

    • 7 Dicembre 2012 / 14:08

      Grazie Chiara, si, anche a me piace un po' di piccantino ogni tanto

  3. 6 Dicembre 2012 / 10:16

    Adoro il peperoncino! Mi piace da matti e lo metto ovunque…OVUNQUE!!:)
    Ma l'habanero non l'ho mia trovato, sai? 🙁

    • 7 Dicembre 2012 / 14:09

      E' di un piccante fuori dal comune, se lo trovi provalo, ma ne basta un pezzettino piccolo piccolo. Poi mi farai sapere 🙂 Grazie della visita

    • 8 Dicembre 2012 / 10:49

      Se riesco a trovarlo ti farò sapere sicuramente!!! Più un peperoncino è piccante e più "mi attira"! 🙂

  4. 6 Dicembre 2012 / 10:29

    Frizzuli in Puglia. Mia suocera ne fa di squisiti con sugo e polpette. Lo scorso anno il frizzulo (il ferretto) me lo sono fatto regalare, insieme alla farina di giù che è tutt'altra facenda.
    Questa ricetta deve essere di una bontà unica. Il habanero mi spaventa un pò, le cose troppo piccanti non vanno d'amore e daccordo con la mia 'ex ulcera'.
    Bacetti

    • 7 Dicembre 2012 / 14:11

      Buoni con le polpette! Si, infatti la farina loro è tutto un'altro pianeta, hai ragione

    • 7 Dicembre 2012 / 14:11

      Grazie, mi piacciono così tanto che mi sono dovuta rimboccare le maniche 😉

  5. 6 Dicembre 2012 / 10:31

    I maccheroni calabresi ho avuto la fortuna di provarli più di una volta, il Marsala, anche, mi manca l'habanero…..un piatto meraviglioso, calore e sole che arrivano fin qui!
    Buona giornata!!

    • 7 Dicembre 2012 / 14:12

      Grazie Roberta, ci vuole proprio un po' di sole con questo freddo

  6. 6 Dicembre 2012 / 10:37

    Bravissima Eleonora e, se non sbaglio, buon compleanno!!!
    Le "busiate" le ho mangiate in Calabria, fatte in casa dalla moglie di un mio caro amico… Super!

  7. 6 Dicembre 2012 / 11:43

    E come piccava!!!!! Mediterraneità e fantasia!!!

  8. 6 Dicembre 2012 / 12:50

    La mia più cara amica è calabrese…e ormai i peperoncini li ho provati in tutte le salse :-). Belle, come sempre, le introduzioni e le foto alla ricetta, peraltro allentantissima!! Un abbraccio

  9. 6 Dicembre 2012 / 15:17

    Impazzisco per gli Habanero di ogni tipo.. Persino la varietà Naga Morich! Quindi è una pasta che fa per me! 😀 Assolutamente!! Bellissima, me la sono vista quella donnina meravigliosa… Grazie della ricetta ed evviva gli habanero! 😀

    • 7 Dicembre 2012 / 14:19

      ùùù i Naga Morich, quelli sono proprio il top del fuoco, Ely

  10. 6 Dicembre 2012 / 15:45

    Che buoni Eleonora…. io nun cellò il ferretto, ma visto che mio marito insegna in basilicata ed ha una collega catanzarese me lo faccio portare di sicuro… Deliziosi questi maccheroni! Un bascio!

    • 7 Dicembre 2012 / 14:21

      Si si, devi fartelo portare Patty, poi mi dirai come sono. Sciao bella

  11. 6 Dicembre 2012 / 18:55

    ho letto con cura sia questa ricetta che quella precedente. Che meraviglie!!!
    Abbinamenti particolari e saporitissimi condimenti. E poi i miei complimenti davvero per come sai raccontare di terre per me "lontane" e mai visitate… mi è sembrato di esserci e di godere del loro calore e dei loro colori…
    Un abbraccio ed un grazie. Ciao

    • 7 Dicembre 2012 / 14:22

      Grazie, che bei complimenti, sono felicissima per quello che mi dici. Un bacio grande

  12. 6 Dicembre 2012 / 20:34

    Gnam che buoni Eleonora! Complimenti solo a guardare questo piatto mi viene l'acquolina…
    Brava a riprodurre questa ricetta!
    Buona serata
    Mari

  13. 6 Dicembre 2012 / 20:55

    Quel peperoncino lo voglio anche io!! Che piatto che ci presenti ..Tra piccante e dolce-meraviglia del Marsala..spettacolo!

    • 7 Dicembre 2012 / 14:26

      Quando viene un po' di caldo e ne nasce qualcuno te lo porto, Vaty 😉

  14. 6 Dicembre 2012 / 21:45

    Che delizia questo piatto, anche se io non sono una sfegatata del piccante, quindi ne metterò pochissimo nella mia versione che voglio preparare al più presto.
    Un abbraccio
    alice

    • 7 Dicembre 2012 / 14:27

      Si Alice, ne basta proprio un pezzettino microscopico per scatenare l'inferno, stai attenta 🙂 baci baci

  15. 7 Dicembre 2012 / 12:41

    Ciao Eleonora,che meraviglia, quasi un tuffo nei sapori di bambina.
    Aanche da me si prepara questa pasta ma il nome ,sepur con lo stesso ferretto è differente: si chiamano Minchiareddhri, cioè stupidotti per la loro facilità di preparazione. Grazie a presto
    fulvia

    • 7 Dicembre 2012 / 14:28

      Ecco, vedi che mi insegni una cosa nuova. Che nome buffo! Grazie Fulvia. ciao ciao

  16. 7 Dicembre 2012 / 15:23

    un piatto davvero ricco di sapore, gusto e colore, complimenti!
    Purtroppo io col peperoncino ci vado poco d'accordo per problemi di salute, sob….

    • 7 Dicembre 2012 / 16:57

      Grazie Simo, ma no, non lo mettere il peperoncino se ti fa male al pancino (rima baciata ahahah) sono buoni anche senza. mchuà

  17. 7 Dicembre 2012 / 17:50

    Thanks so much for visiting my blog! I didn't know yours, but I really liked it!
    I love your recipes and the photos as well!! You have a new follower now! 🙂
    Un bacio!!

    • 8 Dicembre 2012 / 7:42

      Thank you very much, Fani. You are very kind. See you soon 🙂

  18. 9 Dicembre 2012 / 21:03

    Da palermitana doc BRAVA!! MA tu …passa da me…c è un regalo anche per te! :DSara

  19. 10 Dicembre 2012 / 10:43

    Una pasta favolosa e una perfetta combinazione di sapori. Buona giornata Daniela.

  20. 10 Dicembre 2012 / 12:03

    da lombarda questi gusti mi sono sconosciuti… fa piacere scoprirli!

  21. 19 Febbraio 2013 / 9:17

    ecco il post! stupendo mi hai fatto venire i brividi!

    • 21 Febbraio 2013 / 18:23

      ma dai l'hai cercato? Non ci credo!! Grande! Sono contentissima che ti piaccia. un bacio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *