la sera

la sera è un vestito elegante che indossa il giorno, è la conclusione, è il riposo.
Nasce con un movimento lento, dai colori caldi, in mutazione, come una mano che copre il viso e sfocia nel buio.
E’ il momento rassicurante in cui si torna, è il divertimento, è l’angolo dei pensieri.
La sera è il rifugio che accoglie la stanchezza, è l’amore di chi ci aspetta, il ponte tra la luce e il nero assoluto, la terra di mezzo.

È la sera dei miracoli fai attenzione 
qualcuno nei vicoli di Roma 
con la bocca fa a pezzi una canzone. 
È la sera dei cani che parlano tra di loro 
della luna che sta per cadere 
e la gente corre nelle piazze per andare a vedere 
questa sera così dolce che si potrebbe bere 
da passare in centomila in uno stadio 
una sera così strana e profonda che lo dice anche la radio 
anzi la manda in onda 
tanto nera da sporcare le lenzuola. 
È l’ora dei miracoli che mi confonde 
mi sembra di sentire il rumore di una nave sulle onde. 
Si muove la città con le piazze e i giardini e la gente nei bar 
galleggia e se ne va, anche senza corrente camminerà 
ma questa sera vola, le sue vele sulle case sono mille lenzuola. 

                                                   (Lucio Dalla)

MINESTRA SPECIALE DELLA SERA

ingredienti per i quadrettini: (dosi per una persona)


100g di farina tipo “00”
1 uovo a temperatura ambiente

procedimento per i quadrettini:

impastate e stendete la sfoglia (la ricetta la trovate sulla pagina “mani in pasta”), infarinatela leggermente e arrotolate le due estremità opposte come se fosse una pergamena. Una volta arrivati al centro continuate ad arrotolare disponendo una metà sull’altra.

Tagliate il rotolo a fettine di circa 3 mm, prima per un verso e poi, ruotandole di 90°, per il verso opposto.

ingredienti per la minestra:

100cl di acqua
1 cipolla bianca
2 coste di sedano
2 carote
4 pomodorini maturi
110g di piselli
85g di petto di pollo
1 cucchiaino di curry
sale 
olio extravergine d’oliva

se preferite una minestra più saporita potete aggiungere, insieme agli odori, un pochino di dado per brodo vegetale. 

procedimento per la minestra:

lavate e mondate la cipolla, le carote, il sedano e i pomodorini, immergete le verdure nell’acqua, tagliate a pezzi grossi, salate e fate bollire per un’oretta in una casseruola dai bordi alti, fino a quando l’acqua non avrà assunto il colore ambrato di un brodo vegetale. 
Eliminate gli odori, poi aggiungete i piselli, il pollo tagliato a piccoli cubetti e il curry; quando i piselli e il petto di pollo saranno cotti, aggiungete un po’ di acqua, se preferite una minestra più brodosa, quindi riportate ad ebollizione e versate i quadrettini. Dopo due minuti, quando la pasta sarà cotta, servite la minestra calda con un filo d’olio a crudo. 

Follow:
Share:

37 Comments

  1. 4 Gennaio 2013 / 7:47

    Adoro passare per fare un saluto,lasciare un abbraccio e trovare post che mi prendono per mano,mi fanno pensare,mi ammaliano e mi scaldano come una bella coperta.
    Bel modo di farmi iniziare la giornata,grazie.Cucina e non solo…
    Sono felice di averti conosciuto!
    Ti abbraccio forte (la ricetta mi piace molto)
    Monica

    • 4 Gennaio 2013 / 10:18

      Monica, che belle parole mi hai lasciato…grazie. La fretta delle mille cose che ho da fare durante il giorno a volte mi fa perdere di vista il senso di pienezza che mi da questo mio blog. Poi, quando leggo commenti come il tuo, è tanta la gioia che mi ricordo subito l'importanza di ritagliarmi il mio angolino per la mia vera passione. Grazie di cuore, è sempre meraviglioso trovare nuove amiche. Un grande abbraccio

  2. 4 Gennaio 2013 / 7:58

    Solo solo per la presentazione, vale la pena assaggiare questa minestra!!!!! Complimenti

    • 4 Gennaio 2013 / 10:19

      Grazie Mary, vieni che te ne do un piattino 😉 un bacio e buona giornata

  3. 4 Gennaio 2013 / 8:03

    Ma che ricetta carina! Poi il post è scritto divinamente!
    Sicuramente la proverò!
    Grazie per averla condivisa con noi ^^
    Se hai voglia passa sul mio blog, non è bellissimo come il tuo, ma ci metto le mie ricette del cuore ^^
    Baci!!
    http://melacannella.blogspot.it/

    • 4 Gennaio 2013 / 10:20

      Ciao Giu, benvenuta e grazie du cuore per il tuo pensiero. Vengo subito a sbirciare le tue ricette con molto piacere. Un bacio grande

    • 4 Gennaio 2013 / 10:24

      Buon giorno Giuliana, grazie cara, è sempre un piacere sentirti. bacio

  4. 4 Gennaio 2013 / 8:49

    Questo post mi ha stregato e mi ha aperto gli occhi su come scaldarmi la sera, quando mi sento sola. Bellissimo davvero. Un abbraccio

    • 4 Gennaio 2013 / 10:27

      Berry grazie, verrei io la sera a farti compagnia quando ti senti sola, con una tisana e un biscottino, peccato che siamo lontane. Intanto un bacio grande

  5. 4 Gennaio 2013 / 8:54

    Sono affascinata dalla delicatezza delle tue parole.. che fanno della sera una coperta di seta illuminata di stelle, impreziosita dal canto dei grilli. Una vera poesia ciò che esprimi e.. ciò che hai cucinato. Mi piace tantissimo come hai presentato il piatto e come lo hai preparato! Complimenti di vero cuore! Un abbraccio forte e una giornata meravigliosa! 🙂

    • 4 Gennaio 2013 / 10:30

      Buon giorno amica, un commento così, scritto da te che sei la regina delle favole mi riempie di gioia. Grazie per la compagnia che mi fai ogni volta e per le tue visite che sono graditissime e piacevolissime. Ti abbraccio con affetto

  6. 4 Gennaio 2013 / 9:42

    Che poesia cara, sei bravissima sia con le parole che in cucina una minestra stupenda. Baci e Buon Anno

    • 4 Gennaio 2013 / 10:32

      Grazie Veronica, le tue visite mi fanno sempre molto piacere. Ti auguro una felice giornata

  7. 4 Gennaio 2013 / 10:16

    La sera mi piace tanto, è il momento della tranquillità, del focolare… ^_^
    Fin da bambina ho un'immagine particolare del calare della sera e me la porto dietro gelosamente perché proprio mi ha colpito.
    Avrò avuto 6 o 7 anni quando per la prima volta ho visto "Fantasia", il film della Disney.
    Quel connubio di immagini che prendono vita al suono della musica classica mi ha stregato e da sempre quelle immagini ogni tanto raffiorano nella mia mente nella quotidianità.
    In particolare quella della sera, rappresentata da una bella ragazza dai capelli scuri che circondavano un viso sereno, dolce e pacifico, che volando nel cielo al calar del sole con il suo mantello violetto portava "la sera", avvolgendo tutto con questo manto vellutato…
    E' un passaggio veloce del film, durerà qualche secondo, ma fin da piccola mi ha sempre trasmesso tranquillità.
    Non so se sono riuscita a rendere l'idea con le parole, chi ha visto il film magari se lo ricorderà, però ti ringrazio perchè con questo tuo post mi ci hai fatto pensare ^_^

    • 4 Gennaio 2013 / 10:40

      Ciao Lina, grazie per aver condiviso con me questo tuo ricordo. Sai, anche io conservo quel film con affetto, hai ragione, mette tranquillità. Poi le cose viste con gli occhi di bambine hanno sempre un grande significato. Passa una bella giornata, ti mando un bacio grande

  8. 4 Gennaio 2013 / 12:39

    che poesia è sempre leggerti, un vero piacere che scalda, un po' come la minestrina che messa nei pot dell'Ikea sembra tre stelle michelin. Un bacio

    • 5 Gennaio 2013 / 7:28

      hahah Lara, mi hai sgamato subito. l'ikea regala emozioni. grazie cara, un bacio e buona giornata

  9. 4 Gennaio 2013 / 15:58

    Eleonora… che belle foto!!!! La ricetta è bella calda calda… Io la sera non me la godo molto: le tre fatine imperversano, io sono stanca e non vedo l'ora di materassarmi… ma una volta anche per me la sera era uscire con il fidanzato (ora marito) decidere cosa fare, poter andare al cinema, in pizzeria, ad un corso di degustazione… Vabbuò oggi è bello lo stesso… vorrei solo essere meno stanca! Un bascio cara e buon 2013!

  10. 4 Gennaio 2013 / 18:16

    ma che stile!brividi e calore!sei davvero speciale..in più la tua minestra riscalda.cornice perfetta!grazie

  11. 4 Gennaio 2013 / 19:44

    Sarà che siamo della stessa città ma un po' mi sento avvolta dalla tua stessa atmosfera questa sera… a presto, marina

  12. 4 Gennaio 2013 / 23:18

    E' proprio bello soffermarsi a leggerti.
    Anche per me la sera è un momento speciale, dove la confusione e la frenesia del giorno, lascia un pò di posta alle mie passioni, ai miei pensieri, alla mia intimità.
    Un abbraccio ed un caro augurio di buon anno.
    alice

    • 5 Gennaio 2013 / 7:32

      grazie Alice, buon anno anche a te. un bacio grande

  13. 5 Gennaio 2013 / 9:19

    Buongiorno! Ho sempre avuto un legame speciale sia con la sera, che con il buon Lucio, motivo per cui sento questo post molto mio. Va da sè che dovrò provare questa minestra speciale! Buon fine settimana!

    • 6 Gennaio 2013 / 10:00

      Grazie Eva, poi fammi sapere se ti è piaciuta. un bacio

  14. 5 Gennaio 2013 / 14:26

    Non sempre amo la sera, a volte è il rifugio a cui voglio arrivare, altre volte invece mi porta via da quello che volgio finire… però leggere quello che hai scritto le da una veste nuova e questa tua minestra la scalda in maniera speciale. Ciao cara, un abbraccio e buon we

    • 6 Gennaio 2013 / 10:01

      Grazie tante, buon fine settimana anche a te. un abbraccio

  15. 5 Gennaio 2013 / 15:08

    Buon pomeriggio,che bel ricordo ho di Lucio Dalla l'ho conosciuto per caso sul viale centrale di Taormina e si è fatto anche scattare una foto,gentilissimo e simpatico!
    Che belle ricetta vanta il tuo blog,complimenti,anche questa mi piace molto,a presto e grazie per la tua visita è sempre un piacere!
    Zagara & Cedro

    • 6 Gennaio 2013 / 10:03

      grazie a te Ketty, si, Lucio Dalla ha il suo perchè, per tanti motivi. Passa una bella domenica. Bacio grande

  16. 5 Gennaio 2013 / 16:21

    proprio quello che ci vuole in queste fredde sere d'inverno…oggi qua pare primavera a dire il vero, ma io me ne mangerei volentierissimo una bella ciotolina anche ora!
    Un abbraccio

    • 6 Gennaio 2013 / 10:04

      Si hai ragione Simo, anche qui il cielo è azzurrissimo, ma fa un po' freschino. Grazie della visita. un abbraccio e buona domenica

  17. 6 Gennaio 2013 / 21:39

    Ustedes pasando el invierno y aquí nosotros el verano y la sopa siempre está presente en mi mesa ya sea caliente o fría y que rica es cuando hay mensajes de poesía,abrazos y abrazos.

    • 7 Gennaio 2013 / 7:58

      Rosita, sus visitas siempre me hacen muy feliz. Me encanta la oportunidad de enfrentarse a las culturas de otros países. un beso muy grande

  18. 6 Gennaio 2013 / 23:12

    Cibo confortante. Rassicurante. Come la sera.
    Amo. La sera. E questa minestra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *