l’arte in tavola

“La pittura è poesia silenziosa, 
la poesia è pittura che parla.” 
(Simonide di Ceo)

è una fortuna inestimabile che si ha connaturata alla nascita, un’istinto, un’indole, un temperamento.
E’ una ricchezza preziosa, che appare tanto naturale a chi la possiede, quanto straordinaria a chi la osserva.
E’ un tesoro che si sposta dall’anima alle mani elaborando attraverso l’occhio, un’opera d’arte, una creatura che solo lui, l’artista, è in grado di vedere, già da quando la tela è ancora immacolata. Un miracolo? Forse. Una dote.
E’ l’espressione di una sensazione, di uno stato d’animo, che scorre, scivola e vive su una superficie; un moto interiore che entra dagli occhi di chi guarda e si insinua all’interno; scuote, distende, fa piangere o ridere. Fa vivere.

Io, nonostante i miei studi artistici e un nonno pittore, che ammiravo con stupore, per ore, in silenzio, non credo di essere nata con il gene dei pennelli, ma mi sento particolarmente sensibile all’arte, in molte delle sue forme e delle sue sfumature; e comunque provo a metterne un pizzico in ciò che faccio con molta passione.

C’è, invece, chi gode di questo grande dono creativo. Artisti della nostra Italia di cui andare fieri, che ci ricordano che questo nostro Paese, nonostante il momento buio che sta attraversando, non è fatto solamente di negatività, ma anche di sostanza:

TAGLIOLINI PROFUMATI AL SALMONE

ingredienti per la pasta: (dosi per due persone)

200g di farina tipo “00”
2 uova a temperatura ambiente

procedimento per la pasta:

impastate
e stendete la sfoglia (la ricetta la trovate sulla pagina “mani in pasta”), infarinatela leggermente e arrotolate le due estremità
opposte come se fosse una pergamena.
Arrivati al centro, sovrapponete una metà all’altra e tagliate delle fettine di circa 3 mm. 

Quando andrete a disfare le strisce di pasta, avrete i vostri tagliolini.

ingredienti per il condimento:

200g di salmone affumicato
1 cipolla bianca 
50g di burro
3 bacche di ginepro
1/2 cucchiaino di noce moscata in polvere
zest di 1 limone biologico
6 o 7 fili di erba cipollina
1/4 di bicchiere di gin per la sfumatura
olio extravergine d’oliva
sale
pepe

procedimento:

fate dorare in una padella la cipolla tritata in un fondo di burro, cinque cucchiai d’olio e le bacche di ginepro. Tagliate a listarelle il salmone, versate anch’esso in padella con la metà della scorza di limone e la noce moscata, salate (poco), pepate e sfumate con il gin. A questo punto potete eliminare le bacche di ginepro.
Cuocete per un minuto i tagliolini in abbondante acqua salata, quindi saltateli in padella, insieme al condimento, a fuoco vivo con qualche cucchiaio di acqua di cottura. 
Impiattate la pasta e completate con una macinata di pepe fresco, le restanti zest di limone e un trito di erba cipollina.

e siccome oggi parliamo di arte, vorrei che visitaste il castello di zucchero di Chiara: creativa e dalle mille idee, che con pochissimi elementi è capace di fare cose meravigliose.

 
 
 

 

Follow:
Share:

31 Comments

  1. 10 Gennaio 2013 / 7:46

    Ogni cosa che porta le pennellate del cuore regala colore e poesia. L'arte è di tutti.. ognuno di noi la esprime in maniera differente: chi con i colori, con i pennelli, con gli occhi; chi con la poesia, con un verbo; chi con le mani, nel accostare sapori ed emozioni.. chi in musica, come il mio dolcissimo nonno sapeva fare. La cosa bella è che l'amore ha molte forme, il cuore molti linguaggi: basta saperli vedere. Complimenti per questo piatto davvero pieno di emozione, amica.. a modo suo è un bellissimo quadro d'autore, che si può perfino gustare. Ti abbraccio.

    • 10 Gennaio 2013 / 18:03

      avevi un nonno musicista? Che bello. L'arte in famiglia apre gli orizzonti, è molto importante secondo me. Grazie per le dolci parole che mi lasci sempre, non puoi immaginare quanto io le apprezzi. un abbraccio

  2. 10 Gennaio 2013 / 7:50

    Bello questo post! Anche io non ho questo dono, nonostante un papà artista e insegnante di educazione artistica e un fratello artista 🙂
    Ottima pasta! 🙂
    Un bacione e buona giornata!

  3. 10 Gennaio 2013 / 7:56

    Anche io ho fatto degli studi artistici ed ho una grande sensibilità nei confronti dell'arte. Ultimamente la vita mi distrae molto da questa passione, ma è solo un "contrattempo" momentaneo.
    Anche i tuoi tagliolini sono una piccola opera d'arte, di veloce fruibilità, ma comunque deliziosamente creativi!
    Baci
    alice

    • 10 Gennaio 2013 / 18:07

      Alice, ciao cara, lo so, si, la vita e la fretta ci distraggono in continuazione da quelle che sono le nostre passioni, ma l'importante è ricordarsene sempre e trovare il tempo per ciò che ci rende felici. Grazie per essere passata, ti mando un bacio grande

    • 10 Gennaio 2013 / 21:54

      Hai ragione e poi c'è l'incanto che l'arte ti offre che non si può nè forzare nè improvvisare, arriva all'improvviso e ti investe con la sua forza emotiva…vabbé dai speriamo di avere più tempo…
      baci

  4. 10 Gennaio 2013 / 8:41

    E andiamo di pasta con il pesce! La tua arte è nelle parole. Fai di un semplice piatto qualcosa di magico. Se questa non è arte…..

    • 10 Gennaio 2013 / 18:08

      Grazie Meris, queste si che sono parole che mi mettono le ali. Grazie di cuore, a presto. un abbraccio

  5. 10 Gennaio 2013 / 9:24

    io vedo tocchi di arte ovunque !..spesso in piccole cose apparentemente normali!è una questione di sensibilità forse..cosa che tu possiedi in maniera spiccatissima!questi tagliolini sono splendidi.profumatissimi,colorati!un' opera d' arte:)

  6. 10 Gennaio 2013 / 9:26

    Un Dono prezioso sicuramente, influenzato in primis dalla sensibilità personale, background culturale-sociale e poi dalle sensazioni momentanee… Questo piatto di tagliolini è una poesia:) bacione eleonora!

    • 11 Gennaio 2013 / 16:11

      Grazie Simona sei carinissima. Buona serata, un bacio

  7. 10 Gennaio 2013 / 11:10

    ah che bello avere questo dono, mia sorella e' pittrice e starei ore a guardarla proprio come te con tuo nonno.Anche se non sei portata per i pennelli la tua foto dei tagliolini e la ricetta sono anche un' opera d' arte.Baci

  8. 10 Gennaio 2013 / 13:27

    Nell'arte ripongo la meraviglia del mondo, la mia voglia di farmi ispirare da qualcosa di magico che, solo chi lo produce, ha avuto il coraggio e la forza di realizzare. Un abbraccio, bellissimo post davvero!

    • 11 Gennaio 2013 / 16:10

      Grazie Berry, come sei poetica, ti mando mille baci. Buona serata

  9. 10 Gennaio 2013 / 15:35

    Piatto gustoso,complimenti,ne prendo al volo una bella forchettata e scappo!
    Z&C

  10. 11 Gennaio 2013 / 20:19

    Sono una meraviglia questi tagliolini Eleonora..buonissimi!!
    Roberta

  11. 12 Gennaio 2013 / 9:52

    che buona questa ricetta e complimenti perchè l'arte si respira con gli occhi e con la mente brava

  12. 13 Gennaio 2013 / 14:18

    Proprio oggi ho condito la pasta con il salmone… il tuo condimento però è diverso dal mio..e mi stuzzica di più! Grazie per la ricetta di questi golosissimi tagliolini con il salmone, la proverò presto!
    Buona domenica,
    Incoronata.

    • 13 Gennaio 2013 / 16:11

      Grazie Incoronata, buona domenica anche a te. un bacione

  13. 13 Gennaio 2013 / 22:16

    Hai saputo unire due ingredienti speciali: L'arte e L'amore. E ne hai fatto un piatto unico, come te. Francy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *