splendida felicità

e’ molto nota, nulla di nuovo, ma è una delle mie preferite e ogni tanto me la rileggo. Oggi è il giorno adatto per tirarla fuori dal cassetto
 
Lentamente muore
 
Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine, ripetendo ogni
giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marca, chi non
rischia e cambia colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce.


Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su
bianco e i puntini sulle “i” piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno
sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti
all’errore e ai sentimenti.

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo, chi è infelice sul
lavoro, chi non rischia la certezza per l’incertezza, 
per inseguire un
sogno, chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati. 

Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge, chi non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso. 
Muore lentamente
chi distrugge l’amor proprio, chi non si lascia aiutare; chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo, 
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce, 
chi non risponde quando gli
chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di
respirare.
Soltanto l’ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida
felicità.

(Pablo Neruda)

SPAGHETTI DI FARRO CON SALSICCIA E BROCCOLI


ingredienti: (dosi per una persona)

100g di spaghetti di farro
100g di broccoli
1 salsiccia
ricotta salata q.b.
1/4 di peperoncino
1 spicchio d’aglio
olio extravergine d’oliva
sale

procedimento:

portate ad ebollizione i broccoli divisi in piccoli cespi con una presa di sale grosso, poi buttate gli spaghetti insieme alle verdure e fateli cuocere insieme. 
Nel frattempo fate imbiondire uno spicchio d’aglio, schiacciato con il palmo della mano, in una padella con un fondo d’olio e il peperoncino; quindi unite la salsiccia ridotta a pezzettini e privata della pellicola esterna, fate cuocere a fuoco basso. Quando la pasta e i broccoli saranno cotti, eliminate il peperoncino e l’aglio, scolate e saltate in padella con la salsiccia e un cucchiaio di acqua di cottura; mantecate con una grattugiata di ricotta salata e servite.

 

 

Follow:
Share:

46 Comments

  1. 19 Febbraio 2013 / 8:43

    Una poesia meravigliosa.. adoro Neruda e sebbene questo brano sia di dubbia paternità.. ha sempre il suo effetto inebriante e profondo. Grazie tesoro, sono parole che ho sempre piacere di leggere e sentire! TVB! Complimenti per questi spaghettini eccezionali :))

    • 21 Febbraio 2013 / 18:27

      ciao cara amica, oggi posso prendermi il merito solo degli spaghetti, la poesia è grandiosa, che dire…sono felice che ti piaccia la mia ricettina, un giorno ti inviterò a mangiarla molto volentieri. un abbraccio

  2. 19 Febbraio 2013 / 8:43

    Condivido in pieno la tua scelta…bellissima, come delizioso e gustoso è il tuo piatto!
    Grazie per avermi permesso di rileggere questi verissimi pensieri!

    • 21 Febbraio 2013 / 18:28

      Grazie a te per la tua visita, mi fa sempre un immenso piacere. Passa una felice serata

  3. 19 Febbraio 2013 / 8:50

    Ma che bauscina mi è venuta … porti l'anima in alto con la poesia di Neruda e poi il corpo l'accompagna con sti spaghetti… Buonisssssimi! Un bascio!

    • 21 Febbraio 2013 / 18:29

      bauscina 😉 mi insegni sempre un sacco di parole nuove Patty. baci grandi

  4. 19 Febbraio 2013 / 8:54

    tutto delizioso, la poesia, il piatto le foto..lo spirito, un bacione!

  5. 19 Febbraio 2013 / 8:55

    Questi spaghetti mi fanno morire molto velocemente, distruggendo la poesia di Neruda!
    Sono dei versi immortali, ogni volta che li rileggo si riaccende in me una piccola fiammella di speranza! Un abbraccio

    • 21 Febbraio 2013 / 18:30

      Se si riaccende la speranza te li ripubblico anche domani, tesoro. un abbraccio grande

  6. 19 Febbraio 2013 / 9:14

    Buonissimi gli spaghetti di farro: mi piace molto questo piatto!

  7. 19 Febbraio 2013 / 9:15

    ciao io mi sono aggiunta! foto e ricetta spettacolari!

  8. 19 Febbraio 2013 / 9:22

    Versi che andrebbero tenuti incorniciati, al posto dello specchio del bagno, per ricordarsi ogni mattina, ogni giorno, di non morire lentamente!
    Quanto agli spaghetti, poesia anch'essi, mi piace la pasta al farro con questo bel condimento rustico! 🙂
    Un abbraccio e buona giornata!!!

    • 21 Febbraio 2013 / 18:32

      Verissimo Roby, bisognerebbe leggerli ogni giorno e ricordarsi quanto è bello vivere. Un abbraccio grande

  9. 19 Febbraio 2013 / 11:53

    condivido ogni singola parola di questa poesia, l'avevo annotata nei miei diari di scuola, mi ha accompagnato nell'adolescenza, fino ai banchi universitari per poi passare dritta nel mio cassetto in ufficio e oggi appesa alla lavagna della mia cucina.. per ricordarmi sempre, nei momenti di sconforto, di fiacchezza e di stasi che non basta respirare.. ma vivere intensamente.. per sentirsi davvero vivi.
    Grazie:*
    Splendidi gli spaghetti.. broccoli e salsiccia un must irrinunciabile:) buona giornata eleonora:*

    • 21 Febbraio 2013 / 18:33

      Grazie Simona, per le tue bellissime parole. Ti abbraccio forte

    • 21 Febbraio 2013 / 18:35

      E' vero cara, mi sa proprio che siamo sulla stessa lunghezza d'onda io e te 😉 Grazie della visita. Mille baci

  10. 19 Febbraio 2013 / 13:42

    Ma quanto e' difficile oggi "non morire"….almeno io sono circondata da "tutti morti"…buona la tua pasta…complimenti, i broccoli mi fanno morire, in tutte le salse….ma non li posso mangiare :)Ciaoooo

    • 21 Febbraio 2013 / 18:36

      Difficile ma importante, almeno noi abbiamo questa nostra nostra passione che ci fa vivere, non è da sottovalutare 😉 un bacione

  11. 19 Febbraio 2013 / 14:31

    bello… grazie. Anche io a volte muoio lentamente, anche se vivo a sufficienza da non pentirmene 😉 Buoni spaghettini

    • 21 Febbraio 2013 / 18:36

      Riflessione molto saggia cara amica. Ti abbraccio, buona serata

  12. 19 Febbraio 2013 / 15:29

    Sono in periodo broccoloso e questa proprio te la rubo. Adoro le paste con farine 'strane'…Bacetissimi….

    • 21 Febbraio 2013 / 18:37

      ma certo, volentieri, ruba e fammi sapere se ti è piaciuta. Baci

    • 21 Febbraio 2013 / 18:38

      Ciao tesoro, grazie per essere sempre qui a leggere le mie parole, sono molto felice. Passa una bella serata. A presto

  13. 19 Febbraio 2013 / 21:23

    Ogni tanto è davvero necessaria una scossa per ricordarsi di reagire alla vita e viverla intensamente! Apprezzo molto la poesia e anche il piatto, per me spaghetti gluten free, magari di grano saraceno….
    Un abbraccio, Ellen

    • 21 Febbraio 2013 / 18:39

      Ellen, porca miseria, mi lascio sempre sfuggire quel pizzico di glutine di troppo, hai ragione, ma un giorno ti stupirò, vedrai 😉

    • 21 Febbraio 2013 / 18:40

      Grazie cara, grazie mille. Un bacio, buona serata

  14. 20 Febbraio 2013 / 7:18

    Grazie per questa poesia che non conoscevo. Ci sono alcuni giorni che anch'io mi sento così….. La tua pasta mi piace molto. Un abbraccio

    • 21 Febbraio 2013 / 18:41

      Ciao cara Meris, tu sei un vulcano di idee e di vita, questa poesia sembra fatta per te 🙂 un bacio grande

  15. 20 Febbraio 2013 / 13:38

    Bellissima poesia una delle mie preferite e questo piatto e' perfetto:bravissima cara-

  16. 20 Febbraio 2013 / 14:40

    Ciao cara questa poesia dovrebbe essere un programma di vita da tenere sempre sotto gli occhi, grazie per averla scritta! bellissimi anche gli spaghetti, complimenti! Un abbraccio
    paola

    • 21 Febbraio 2013 / 18:42

      Si Paola, sono d'accordo con te, bisognerebbe tenerla sempre sott'occhio. Grazie per essere passata. un bacio

  17. 21 Febbraio 2013 / 9:52

    Splendidi i versi di Neruda.
    Aprire un blog di cucina..e rilassarsi con una lettura del genere fa iniziare bene la giornata ( anche se è tardi…lo so!)
    mai mangiato pasta di farro..ma salsiccia e broccoli è una goduria!!!!

    • 21 Febbraio 2013 / 18:45

      Secondo me danno un tocco di rusticità e ruvidità a questo condimento che ci stà proprio bene. Grazie della visita, un bacione

  18. 21 Febbraio 2013 / 19:03

    e per me lentamente muore che decide di vivere a dieta perdendosi il piacere di una ricetta gustosa come quella che ci hai proposto oggi!!!!
    al prossimo post Nahomi

  19. 21 Febbraio 2013 / 20:00

    Ciao Eleonora, la poesia è molto bella e vera, condivido pienamente! Gli spaghetti al farro non li ho mai assaggiati ma penso siano buonissimi! Brava 🙂

  20. 27 Febbraio 2013 / 12:35

    queste splendide poesie servono a farci svegliare dalle nostre abitudini che spengono la curiosità e il coraggio… bella scelta. ottima la pasta. buona giornata 🙂

  21. 28 Marzo 2013 / 15:40

    Complimenti! tante ricettine gustose,originali e creative! ti ho appena scoperta e mi sono unita ai tuoi follower…se ti va ti aspetto da me! a presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *