ACQUE SALATE: DA QUI SGORGA LA TRADIZIONE…ZUPPA DI CECI E CALAMARI

Navigare nel mare della ristorazione riminese ci inonda di sapori autoctoni e autentici.

Acque Salate:

se intendete sorseggiare un calice di vino, magari a km zero, a piedi nudi nel parco qui potete farlo; siete astemi? Nessun problema, di acqua ce n’è a volontà, questa osteria|pizzeria dallo stile rustico|industriale è immersa nientemeno che nel Parco Termale Fonti di San Francesco, nel Comune di Verucchio, a pochi passi da Rimini.

Due risate tra amici davanti a una pizza, giochi di società, se avete i bambini con voi ancora meglio, perché c’è un’area appositamente dedicata a loro.

Pranzi e cene a tema regionale, teatro e cibo, musica dal vivo e cucina, piadina e commedie dialettali, tagliatelle, tradizione e contemporaneità.

E visto che siamo in argomento, come non spendere parole più azzeccate sul cibo? Impasti come fatti a casa, farine locali macinate a pietra con il molino ad acqua, pasta tirata a mano con gesti sapienti da signore abili che sulla tradizione la sanno lunga. I prodotti sono di stagione lo dimostrano la quantità di piatti del giorno fuori menù.

Pub, pizzeria, osteria, area bimbi e parco, come fare rotta nel traditional|modern di Acque Salate.

E come non proporvi, proprio oggi, una ricetta tra terra e mare. Che scalda lo stomaco e gli animi. Che profuma del mio mare e della mia bella Rimini.

ZUPPA DI CECI E CALAMARI
Write a review
Print
Ingredients
  1. PER 4 PERSONE
  2. 600 g di calamari
  3. 250 g di ceci
  4. 150 g di passata di pomodoro
  5. verdure per brodo (2 carote, 2 coste di sedano, 1 cipolla, 1 patata, qualche foglia di spinacio)
  6. 3 spicchi di aglio
  7. 1 mazzetto di basilico, prezzemolo e maggiorana
  8. vino bianco per sfumare
  9. olio extravergine d'oliva
  10. sale
  11. pepe
Instructions
  1. Mettete in ammollo i ceci per una notte e poi lessateli in un litro di acqua salata con le verdure per il brodo vegetale. Scolateli tenendo da parte il brodo di cottura e frullatene 1\3.
  2. Pulite i calamari e tagliateli a rotelle, fateli cuocere due minuti in un fondo d’olio d’oliva con tre spicchi di aglio interi, sfumate con il vino bianco e, una volta evaporato, aggiungete la passata di pomodoro; salate, pepate.
  3. Cucinate il pesce per cinque minuti poi versate il brodo e i ceci, sia quelli interi che quelli frullati.
  4. Fate cuocere per una quindicina di minuti a fuoco vivo.
  5. Impiattate la zuppa e irroratela con un olio aromatizzato caldo che creerete facendo scaldare per pochissimi minuti in una padella uno spicchio d’aglio intero e un trito di prezzemolo, basilico e maggiorana.
E il Basilico https://www.eilbasilico.it/
Follow:
Share:

3 Comments

  1. 8 gennaio 2018 / 17:31

    Che nome particolare “acque salate”, è carino, i piace. Che dire, come si mangia dalle nostre parti non si mangia da nessuna parte 😉 sai che nn ho mai provato l’abbinamento ceci calamari?

    • 11 gennaio 2018 / 12:05

      Provalo Elena, a noi è piaciuto molto, vedrai che non te ne pentirai. Un abbraccio grande

  2. 18 gennaio 2018 / 12:18

    Sono stata una volta a cena in questo posto, proprio vero quello che hai scritto, ci si trovano i sapori autentici della nostra Romagna… che bontà! Peccato esserci stata una sera freddissima d’inverno, quindi non ho potuto apprezzare l’esterno… per questo conto di tornarci in primavera 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *