RIONE MONTECAVALLO, CUORE DI UNA VECCHIA RIMINI & LA PIZZA DI CASA MIA

E’ un cuore che batte tra il calore di vecchie travi, tra le mura del centro storico di Rimini di un rione, Montecavallo, che mentre lo attraversi profuma di cibi buoni, di Romagna.

Cibo e vini, un’attitudine più che un lavoro, consolidata da 17 anni per i proprietari, Francesco e Beppe Squadrani, una fratellanza.

La Locanda Montecavallo:

Ci sono entrata per la prima volta anni fa e ancora oggi il piacere che avverto nel sedermi in uno di quei tavoli va ogni volta in crescendo. Si, perché loro ogni anno riscoprono una nuova sorta di menù, di serate a tema, di vini scelti e, con passione consigliati, che provengono da ogni parte del paese, propongono un susseguirsi di novità che mi fidelizza ogni volta, nuovamente.

Da settembre, infatti, un motivo in più per concedersi una cena italian|romagna|chic: la pizza gourmet. Cotta nel forno a legna, un connubio tra farine e stagionalità degli ingredienti.

Anche in cucina si rincorrono le stagioni e la ricercatezza dei sapori del nostro territorio che, tra le mani di Carmen, Rosa e Marcello spazia dal coniglio con prugne, mele e speck, alle tigelle, inconfondibili, ai piatti vegetariani, ai cappelletti, ai dolci di Enrico, pasticcere|pizzaiolo doc.

Vicolo S.Chiara 105 Rimini

Però, quando non esco, la pizza la faccio nel forno di casa. Ho una ricetta infallibile che uso sempre, ma a volte mi piace anche sperimentare farine diverse.

Alta e soffice, bassa e croccante, ogni invitato ha la sua preferenza, ogni farina ha il suo fan più affezionato.

Anche gli ingredienti devono essere di eccellenza, per scoprire in un boccone tutto il sapore vero della mia bella Italia. 

PIZZA INTEGRALE DEL SENATORE CAPPELLI
Porzioni: 2
Chef: Eleonora Righetti
Ingredienti
  • 250 g di farina integrale del senatore cappelli
  • 150 g di farina tipo "00"
  • 200 ml di acqua tiepida
  • 12 g di lievito di birra
  • 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
  • 2 pizzichi di sale
  • 160 g di mozzarella per pizza
  • 140 g di salsiccia di mora romagnola
  • 160 g di scarola
  • 60 g di ricotta vaccina di San Patrignano
  • 20 pomodorini pachino
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna
Istruzioni
  1. Mischiate le due farine, versatele a fontana su una spianatoia, formate un cratere dove aggiungete il sale e il lievito sciolto nell'acqua tiepida e l'olio, poi amalgamate poco a poco la farina con l’altra mano. Quindi procedete impastando con i palmi delle mani, fino ad ottenere un composto morbido che tirerete con forza qualche volta sulla spianatoia.

  2. Formate un panetto, mettetelo in una ciotola coperta con un canovaccio umido e fate lievitare l'impasto per due ore in forno chiuso, ma spento.

  3. Trascorse le due ore dividete il panetto in due parti e, direttamente su dei fogli di carta da forno, con i polpastrelli, stendete l'impasto in modo da creare due dischi di circa 20/22 cm di diametro.

  4. Fate lievitare un'altra mezz'oretta.

  5. Preriscaldate il forno a 220°. Lavate i pomodori e metteteli in forno su carta da forno cospargendoli di zucchero di canna e un filo d'olio. Cuoceteli per 10 minuti con calore superiore ed inferiore e 3 minuti con il grill.

  6. Nel frattempo tagliate la mozzarella a cubetti e distribuitela sulle pizze, unite anche un filo d'olio e la salsiccia a pezzettini. Poi cuocete in forno ventilato per 15 minuti a 220°.

  7. Lavate e tagliate a striscioline la scarola, saltatela in padella con un filo d'olio e un pizzico di sale.

  8. Estraete le pizze dal forno e ultimate la farcita con la scarola, i pomodori pachino e delle piccole chenelle di ricotta di San Patrignano.

Follow:
Share:

3 Comments

  1. 6 marzo 2018 / 11:08

    Ricetta annotata! Amo la pizza fatta in casa, scegliere la farina migliore, pensare al gusto e comporlo scegliendo personalmente gli ingredienti seguendo la loro stagione. Da acquolina i pomodorini passati a caramellare in forno, bravissima!

  2. 21 marzo 2018 / 8:02

    Ricetta particolare davvero, e molto invitante 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *